Helix valdera: Le chiocciole in Toscana

                                     
Allevamento di Chiocciole da gastonomia e agricosmesi alla bava di lumaca in Toscana                         

Vero o Falso?

Le chiocciole sono difficilmente digeribili

Falso: le chiocciole sono un alimento molto digeribile, il problema è che spesso viene cucinato in modo errato, e dunque è la salsa a non esser digeribile, non l'alimento. 

 

Sono a dieta e non posso dunque mangiare le chiocciole, perché fanno ingrassare

- Falso; le chiocciole è un alimento molto magro, basta informarsi su un qualsiasi sito web di nutrizionisti e vedrete che è, a paragone, più magro di una sogliola, con molte proteine e pochissimi grassi. 

 

Le chiocciole e lumache non sono la stessa cosa

 Vero & Falso; per semplificare le cose, possiamo dire che chiocciole sono i molluschi di terra con la "casa" ovvero con il suo guscio, la lumaca, invece, detta anche limaccia, è quel mollusco senza casa e non commestibile. In Italia, però oramai si usa impropriamente il termine lumaca per identificare le chiocciole e lumaconi per identificare le limacce. In Toscana, a differenza delle altre zone d'Italia, si usa  ancora e propriamente il termine chiocciola.  

Le chiocciole non devono essere consumate nei mesi con la "erre"

Falso Questa leggenda è comune anche in Versilia per quanto riguarda le cozze, mentre in altre zone riguarda  le ostriche. Probabilmente all'inizio nasceva dall'idea che in quei mesi i molluschi si riproducessero e invece in estate no. In ogni caso le nostre sono sicure e prelibate in tutti i mesi, anzi, nei mesi con la erre si conservano al meglio e con una minora, per quanto fisiologica, mortalità.



Le chiocciole possono essere pericolose


Vero: Eh sì, le chiocciole raccolte in natura possono essere mortali a breve termine( se non adeguatamente spurgate) e pericolose a lungo termine. Spesso sentiamo la frase "io le chiocciole vado a farle nei luoghi sicuri, lontano dall'inquinamento". Prima di tutto le chiocciole sono filtri naturali, come le cozze, vivono sette anni in natura e percorrono chilomentri e chilometri, come si fa a dire che abbiano vissuto in un luogo sicuro? Una volta, anni fa, potevano farlo, ma ora è altamente azzardato. E anche se foste riusciti a relegare una chiocciola(impossibile) tutta la vita in un metro quadrato in sicurezza nelle campagne vicino a  voi, siete sicuri che non ci siano cartucce abbandonate di cacciatori? Scarichi di fiumi inquinati, amianto abbandonato, tv, materassi e altri agenti inquinanti? La spurgatura, poi, va fatta adeguatamente perché erbe per noi mortali non lo sono affatto per loro, come l'oleandro, alcune tipi di alloro, la belladonna e altre piante di cui la chiocciola è ghiotta. 

Le chiocciole raccolte in natura sono più saporite di quelle d'allevamento

Falso: come è possibile che chiocciole allevate all'aperto e alimentate da verdure a ciclo biologico, senza uso di diserbanti, agenti inquinanti, senza nessun intervento chimico o medicinale ma con il solo vegliare sulla loro incolumità dai predatori e innaffiando per loro l'erba fresca siano artificiose o con sapore peggiore di quelle che hanno mangiato i diserbanti degli orti(ricordo che fanno i chilometri in sette anni di vita) agenti cancerogeni come il glifosate, fiumi inquinati , piombo di cartucce e scarichi di fosse biologiche o industriali? Noi conteniamo le chiocciole nel loro ambiente naturale, solamente annaffiamo e seminiamo per loro, non diamo mangimi né farine. Quale delle due dareste ai vostri figli?